Mercredi 24 décembre 3 24 /12 /Déc 15:43

Approfittando della visita al salone di Parigi, a inizio dicembre, ho fatto il solito "shopping pre-natalizio". Meta: la Librairie Maritime d'Outre Mer et Le Vieux Campeur.


Nella prima mi sono rifornita di portolani, pilots e quanto ancora mi mancava per navigare fino ai Caraibi e dintorni, nel secondo ho trovato ampia scelta di alimenti liofilizzati, tanto decantati dai regatanti "veri".


Seguendo i consigli degli esperti ho fatto incetta di vari tipi di pasto, evitando accuratamente ogni seppur minimo accenno alla carne di coniglio* (...), di marche diverse per garantire un minimo di varietà, e badando di avere almeno qualche pasto approntabile con sola acqua fredda, e alcune scatole di cibo auto-riscaldante, nel caso dovessi finire la bombola del gas anzitempo o avere qualche avaria al fornello della cucina.
Ne ho acquistati in abbondanza, non tanto per nutrirmi unicamente in questo modo, ma per poterli provare a casa prima di partire.


E in questi giorni invece di partecipare ai tradizionali cenoni natalizi, metto alla prova i diversi sacchetti, confronto gusto, aspetto, valore nutritivo, facilità e tempo di preparazione e quantità d'acqua necessaria.

Il risultato è un po' sconfortante: che sia paella, stufato di manzo alle patate, riso cantonese, o pesce al forno, l'aspetto è tragicamente pallido per ogni tipo di ricetta, varia unicamente la tonalità di giallo, il gusto è omogeneamente gommoso indipendentemente dalla marca o dagli ingredienti, la quantità d'acqua necessaria è variabile ma direttamente proporzionale al volume del risultato, per cui non si risparmia molta acqua scegliendo una marca piuttosto che un'altra, e soprattutto il potere saziante non è completamente soddisfacente.


Credo che la mia cambusa sarà molto tradizionale anche per la traversata. Al diavolo il risparmio di peso, di tempo e la pigrizia per cucinare: niente può sostituire un bel piatto di pasta al dente, o un'insalata di verza tagliata fine fine! Un pasto dev'essere fonte di piacere, almeno questo, considerando che non sarà sicuramente un'occasione per socializzare...
I liofilizzati serviranno per il tempo brutto e mare troppo mosso e per quando gli alimenti freschi si saranno guastati.


Le marche provate:
Pasti disidratati: Travellunch - Voyager- MX3- Atonia
Autoriscaldanti: Vitcho

Giudizio: Atonia i più economici, MX3 i migliori sia come quantità, potere saziante e facilità di preparazione (linea all'interno del sacchetto per indicare la quantità d'acqua da aggiungere), Voyager i più rapidi (2-3 minuti contro i 15 di MX3).
Gli auto-riscaldanti Vitcho non li ho ancora provati. Sono ingombranti e pesanti (il riscaldamento avviene per reazione chimica fra due elementi posti in contenitori separati (fra loro e dal cibo). Il peso ed il volume necessari per la reazione chimica superano notevolmente quelli del pasto stesso.

I giudizi conclusivi dopo la prova dal vero!



Non mi resta che augurare ai miei tre lettori un ottimo cenone natalizio e di capodanno!



 

* per chi non fossse a conoscenza delle tradizioni e superstizioni marinare francesi: il coniglio è un animale di cui non si deve neppure parlare in barca, figuriamoci mangiarne! Se proprio si deve citarlo, a bordo si parlerà del cugino della lepre, dell'animale dalle lunghe orecchie o si troverà altra circonvoluzione. Il timore del coniglio e persino del suo nome, nasce da quando questi animali, trasportati sulle navi come cibo fresco durante le lunghe traversate, causavano notevoli danni, fino all'affondamento delle navi stesse, rosicchiando tutto il possibile, soprattutto le calaffature (giunto a base di pece fra le tavole componenti lo scafo delle navi in legno) di cui erano ghiotti. E' provato (ve lo garantisco per averlo constatato di persona) che parlare di questo animale su una barca anche nel XXI secolo, può causare le avarie e gli incidenti più inaspettati!

Par Cristina - Publié dans : Preparazione 2a tappa Transquadra
Retour à l'accueil
 
Créer un blog gratuit sur over-blog.com - Contact - C.G.U. - Rémunération en droits d'auteur - Signaler un abus - Articles les plus commentés